Inizio

05/03/2021

Termine

21/01/2021

Edizione

5

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

Sede

Matera

Termine iscrizioni

01/03/2021

Sulla base dei principi del “New Public Management” e delle situazioni dei sistemi artistico – culturali pubblici e privati in numerosi Paesi europei, è ormai ampiamente nota la crescente rilevanza assunta dai nuovi modelli e dalle specifiche policies a supporto dell’innovazione strategica, organizzativo – gestionale e della sostenibilità economico-finanziaria nei settori “culture and heritage” al fine di rispondere efficacemente alla sfida di coniugare obiettivi di conservazione e tutela, con quelli di fruibilità e valorizzazione, nonché di efficienza economica, contenimento dei costi di funzionamento, qualità, continuità ed affidabilità dei servizi.

Si tratta pertanto di una grande sfida che impegna fortemente le istituzioni, le organizzazioni e le risorse umane coinvolte nei settori “culture and heritage” su diversi piani. Malgrado la crescente importanza delle questioni e la necessità di affrontare tali nuove sfide, l’attenzione della ricerca e dell’alta formazione su questi temi appaiono ancora limitati. In particolare, ancora poco è stato detto e trasferito in termini di conoscenze circa i modelli, le politiche, le risorse, i beni, i processi, i fattori e le condizioni di contesto che concorrono a determinare e migliorare la capacità innovativa dei settori “culture and heritage” e, di conseguenza, le prestazioni complessive delle organizzazioni in essi operanti: tali elementi, infatti, in concorso con elementi di matrice normativa pubblica, possono stimolare o inibire fortemente il cambiamento all’interno del settore e, pertanto, la loro conoscenza è essenziale per progettare strategie di innovazione appropriate ed efficaci. In tale contesto, pertanto, i benefici derivanti dalla comprensione e dall’applicazione di nuovi modelli, strumenti e politiche a supporto del cambiamento nei settori “culture and heritage” sono rilevanti non solo per le organizzazioni e le istituzioni, in termini di miglioramento degli impatti delle loro azioni, dell’efficienza dei processi interni e delle attività di fornitura del servizio verso l’utente/cliente, ma anche per gli utenti/clienti stessi, in termini di miglioramento della soddisfazione della propria domanda di consumo culturale. L’esigenza di confrontarsi con strumenti e politiche nuovi, sotto il profilo lavorativo e operativo, rende necessario un percorso formativo di livello avanzato per la gestione delle relative  problematiche finalizzato a: – fornire le conoscenze di base necessarie per affrontare i processi di valorizzazione del patrimonio culturale e pianificazione territoriale nell’ottica di una strategia di conservazione e tutela dell’Heritage in quanto tale; – effettuare un’analisi completa delle caratteristiche e dei bisogni del territorio per valutarne le concrete possibilità di intervento volte alla conservazione e valorizzazione; – gestire (pianificare, realizzare, valutare, monitorare) i processi di conservazione, tutela e valorizzazione dell’Heritage e di sviluppo territoriale nell’ambito di equipe multidisciplinari; – sviluppare una visione manageriale per il corretto esercizio della propria professione nell’ambito della conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e della pianificazione territoriale

Requisiti di ammissione

Il Master si rivolge ad ingegneri, architetti, avvocati, commercialisti, geometri, sia liberi professionisti sia dipendenti di Pubbliche Amministrazioni (comuni, province e regione), a imprenditori, nonché ai giovani laureati, ai dipendenti di aziende (pubbliche e private) ed a professionisti di altri settori tecnici che vogliano ampliare il proprio bagaglio di competenze nel settore della Cultura e dell’Heritage.

L’ammissione al Master è subordinata al conseguimento di una laurea di II livello o titolo di studio estero equipollente, in discipline economiche, tecnico-scientifiche e quantitative, giuridiche, umanistiche e socio-politiche. Possono partecipare alla selezione anche coloro che sono candidati a conseguire il titolo di studio richiesto, a condizioni che conseguano tale titolo entro la sessione straordinaria dell’A.A. 2018-2019 (marzo 2020). Tali candidati saranno ammessi con riserva e potranno perfezionare l’iscrizione al Master solo successivamente al conseguimento del titolo.

Direzione e coordinamento

Giovanni Schiuma

Direttore Scientifico

Alessandra Ricciardelli

Coordinatore Scientifico

Morena Martire

Coordinatore Operativo

Struttura del corso

Le ore totali di formazione vengono ripartite come di seguito:

360 ore di lezioni frontali;

 

640 ore per attività di approfondimento formativo (studio e discussione, esercitazioni e seminari, laboratori di approfondimento, ecc.);

 

500 ore di Project Work.

TOTALE: 1500 ORE

Programma

Heritage, Strategy e Management: percorsi di co-creazione di valore per il patrimonio culturale e del territorio

Tutela, conservazione programmata e valorizzazione dell’Heritage in ottica di sviluppo sostenibile

Politiche d’innovazione, strategie e management e nuove forme di gestione dell’Heritage

La pianificazione paesaggistica, la valutazione della compatibilità ambientale e sostenibilità

Innovazioni nel diritto di beni culturali e dell’Heritage

Culture Management

Innovazione, ICT e tecnologie per cultura e Heritage

Il finanziamento della valorizzazione dell’Heritage e dei beni culturali

Processi e strumenti di marketing e comunicazione del territorio

Esperienze nazionali e internazionali di Culture e Heritage Management

Il Master si propone l’obiettivo di formare amministratori pubblici, funzionari e dirigenti pubblici, manager e imprenditori al fine di colmare alcuni dei gap e delle esigenze precedentemente esposte e di affiancarli nell’identificazione, analisi, sviluppo di approcci, modelli e strumenti economico-gestionali – nonché linee guida per la comprensione, la gestione e la valutazione delle dinamiche di innovazione all’interno dei settori culture and
heritage”. Nello specifico, i percorsi formativi intendono formare i partecipanti al fine di:
– sviluppare conoscenze tecnico-specialistiche negli ambiti culturali, naturalistici, ambientali e paesaggistici e del patrimonio strettamente interconnessi nella visione di una tutela e di uno sviluppo futuro orientato alla sostenibilità;
– creare e gestire reti al fine di integrare e promuovere le scelte riguardanti il territorio, il paesaggio e l’ambiente e le forme d’offerta nei circuiti della fruizione dei beni culturali;
– favorire la progettualità sociale, la partecipazione responsabile e la facilitazione dei processi di governo del territorio, della sostenibilità e della valorizzazione dei beni culturali in quanto beni comuni;
– utilizzare metodi e tecniche al fine di ideare, progettare, tutelare, conservare e valorizzare i beni culturali, territori, paesaggi ed ambiente;
– progettare e sviluppare iniziative educative, comunicative e promozionali riguardanti la vivibilità attraverso la conservazione, la valorizzazione e lo sviluppo dei beni culturali in quanto beni comuni.
– sviluppare linee guida che possano supportare gli operatori dell’Heritage e cultural management nella definizione di strategie ed azioni di gestione e valorizzazione degli asset tangibili ed intangibili delle loro organizzazioni in un’ottica di orientamento all’innovazione ed al miglioramento della qualità dei servizi
– identificare le leve su cui agire per supportare ed incentivare azioni e comportamenti innovativi nel rispetto del quadro normativo e regolamentare dei settori della cultura e dell’Heritage.

Il Master consente l’acquisizione di 60 CFU (Crediti Formativi Universitari).

La frequenza è obbligatoria nella misura di almeno il 70% delle lezioni.

Costo e incentivi

Prezzo del Master € 10.000,00

– È prevista una riduzione del 10% per i laureati dell’Università LUM.

– È attiva la finestra di “Pass Laureati 2020 della Regione Puglia – Voucher per la formazione post-universitaria”. Clicca qui per maggiori informazioni.

– Sono attive le seguenti forme di finanziamento Per informazioni  contattare la Dott.ssa Ilaria Sciacovelli (finanziamentimaster@lum.it)

– Con Decreto del 19 dicembre 2019, “Individuazione degli importi delle tasse e dei contributi delle Università non statali ai fini della detrazione dell’imposta lorda, anno 2019” il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha reso noti gli importi detraibili da indicare nelle dichiarazioni 730 o nel Modello UNICO. La spesa massima riferita agli studenti iscritti ai master di primo e secondo livello è pari ad € 1.800.

La nostra è un’offerta formativa completa, che si arricchisce di anno in anno di contenuti in linea con le esigenze delle aziende e del mercato del lavoro.

Ti servono altre informazioni?

Puoi contattarci anche utilizzando il form

Email: postgraduate@lum.it - Tel: 080 6978111 - 080 6978359





*Campi obbligatori

Manifestazione di consenso al trattamento
dei dati da parte dell'interessato


II sottoscritto, ai sensi dell'art. 7 Reg. EU 2016/679 e del Dlg.196/2003 esprime liberamente il consenso al trattamento del propri dati da parte della Università LUM Jean Monnet per le seguenti finalità:

Altri Master universitari 2 livello

MASDECE
P.A.

Management e Adeguamento Strutturale delle Costruzioni Esistenti

Inizio

05/02/2021

Termine

16/12/2021

Edizione

1

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MURM
P.A.

Urban Regeneration and Management

Inizio

05/03/2021

Termine

21/01/2022

Edizione

6

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MARIOL
P.A.

Ri-Organizzazione e Lean Management in P.A. e Sanità

Inizio

05/02/2021

Termine

16/12/2021

Edizione

5

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MASIC
P.A.

Public and Innovation Management – Smart City

Inizio

29/03/2021

Termine

24/03/2022

Edizione

5

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MAPPFE
P.A.

Pianificazione e Programmazione dei Fondi Europei

Inizio

05/02/2021

Termine

21/01/2022

Edizione

5

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MOMASA
P.A.

Monitoring, Modelling & Management dei Sistemi Ambientali

Inizio

26/03/2021

Termine

26/03/2022

Edizione

1

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MAFDIPA
P.A.

Management e Fiscalità per i Dirigenti della P.A.

Inizio

Termine

Edizione

8

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MASEI
P.A.

Management del Servizio Idrico Integrato

Inizio

05/02/2021

Termine

21/01/2022

Edizione

2

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MADIS
P.A.

Direzione e Gestione degli Istituti Scolastici

Inizio

05/03/2021

Termine

21/01/2022

Edizione

9

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MACHSIN
P.A.

Change Management & Social Innovation

Inizio

05/03/2021

Termine

21/01/2022

Edizione

2

Lingua

Inglese

Format

Part-Time

MACTP
P.A.

Anticorruzione, Trasparenza e Valutazione della Performance nella P.A.

Inizio

05/03/2021

Termine

21/01/2022

Edizione

5

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MADIPA
P.A.

Digital Transformation della Pubblica Amministrazione

Inizio

05/03/2021

Termine

21/01/2022

Edizione

2

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MEPP
P.A.

Contratti pubblici e e-Procurement

Inizio

05/03/2021

Termine

21/01/2022

Edizione

3

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MAPEG
P.A.

Programmazione e Gestione delle Risorse finanziarie delle Aziende e Amministrazioni Pubbliche

Inizio

26/03/2021

Termine

26/03/2022

Edizione

3

Lingua

Italiano

Format

Part-Time

MACOAC
P.A.

Contabilità Analitica, Controllo di Gestione e Costi Standard nella P.A. e in Sanità

Inizio

26/03/2021

Termine

26/03/2022

Edizione

5

Lingua

Italiano

Format

Part-Time