I Plus della School

Il valore che la LUM School of Management sa generare

I crescenti riconoscimenti che la School of Management dell’Università LUM Jean Monnet ha ottenuto in questi anni derivano, in primo luogo, dalla visione che ha saputo sviluppare. La visione dell’azienda (“un’esperienza non diversa da quella di una famiglia”), dell’imprenditore e del manager (“sacrificio, passione e pensiero”), dei giovani (“dare loro opportunità significa che dobbiamo innanzitutto rappresentare una prospettiva coerente con la realtà, senza illuderli, ma sapendoli motivare rispetto al loro futuro”), del rapporto tra azienda e territorio (“delicato eppure fondamentale, un obbligo morale e sociale per gli imprenditori e i manager”).

Leggi tutto

I crescenti riconoscimenti che la School of Management dell’Università LUM Jean Monnet ha ottenuto in questi anni derivano, in primo luogo, dalla visione che ha saputo sviluppare. La visione dell’azienda (“un’esperienza non diversa da quella di una famiglia”), dell’imprenditore e del manager (“sacrificio, passione e pensiero”), dei giovani (“dare loro opportunità significa che dobbiamo innanzitutto rappresentare una prospettiva coerente con la realtà, senza illuderli, ma sapendoli motivare rispetto al loro futuro”), del rapporto tra azienda e territorio (“delicato eppure fondamentale, un obbligo morale e sociale per gli imprenditori e i manager”).

 

La maturazione di questa visione, ha portato la Scuola a sviluppare una conoscenza profonda e originale dei sistemi e dei processi culturali e sociali, dei valori che stanno alla loro base, delle differenze culturali, delle dinamiche sociali, delle sfide e dei problemi delle nostre comunità e dei nostri territori e quindi delle nostre aziende. Questo patrimonio è stato socializzato con e arricchito dall’esperienza di migliaia di imprenditori, manager, dirigenti e funzionari pubblici, giovani professionisti che frequentano ogni anno le aule della Scuola, apprendendo come operare nella logica delle relazioni e non solo degli scambi, sviluppando competenze relazionali per la comprensione e il governo del cambiamento, per la negoziazione e l’interazione con gli interlocutori interni ed esterni, per la risoluzione dei problemi imprevisti di tipo tecnico-economico ma anche sociale, per la gestione delle dinamiche operative e manageriali.